FUTEBOL URUGUAYO:

'' É uma religião nacional. A única que não tem ateu. Somos poucos: 3,5 milhões de uruguayos. É menos gente do que um bairro de São Paulo. É um país minúsculo. Mas todos futebolizados. Temos um dever de gratidão com o futebol. O Uruguay foi colocado no mapa mundial a partir do bicampeonato olímpico de 1924 e 1928, pelo futebol. Ninguém nos conhecia.

O futebol uruguayo é o melhor? Não. No mundo guiado pelas leis do lucro, onde o melhor é quem ganha mais, eu quero ser o pior. Não poderíamos sequer cometer o desagradável pecado da arrogância. Seria ridículo para um país pequeno como o nosso. Não somos importantes, o que é bom. Neste mundo de compra e venda, se você é muito importante vira mercadoria. Está bom assim.

Como explicar Uruguay?.... Somos um pouco inexplicáveis. Aí é que está a graça".

EDUARDO GALEANO - Escritor

sexta-feira

CALCIATORE URUGUAIANO PAOLO MONTERO EX CALCIATORE DELLA JUVENTUS

Paolo Iglesias Montero (Montevideo3 settembre 1971) è un ex calciatore uruguaiano, di ruolo difensore. Attualmente svolge la professione di procuratore nel suo paese.Ha iniziato e terminato la sua carriera nelle file del Peñarol e giocato diversi anni in Italia nell'Atalanta e nella Juventus. Con quest'ultima ha vinto quattro campionati ed una coppa intercontinentale.

Paolo Montero è nato da una famiglia benestante: il padre, Julio Montero Castillo, era stato un calciatore uruguaiano, difensore centrale della squadra del Nacional, con la quale vinse cinque titoli nazionali, la Coppa Libertadores e la Coppa Intercontinentale.

Il 18 dicembre 2010, edita dalla Bradipolibri, è uscita la sua prima e unica biografia a firma di Stefano Discreti e Alvise Cagnazzo: "Montero, l'ultimo guerriero".
Era un difensore centrale di temperamento.
Dopo aver iniziato a giocare nel Peñarol, nel 1992 si è trasferito in Italia a Bergamo per giocare nell'Atalanta. In totale ha disputato 114 partite di campionato, realizzando 4 reti.
Nel 1996 passa alla Juventus, il secondo uruguayano a divenire giocatore di questa squadra. Fino al 2005 è stato perno insostituibile sia del primo che del secondo ciclo, formando coppia con Ciro Ferrara. Con la squadra ha vinto unaCoppa Intercontinentale (1996), una Supercoppa Europea (1996), tre Supercoppe Italiane (1997, 2002, 2003) e cinque scudetti (1996-19971997-19982001-2002 e2002-2003 e 2004-2005). Ha partecipato inoltre a tre finali della Champions League (contro il Borussia Dortmund nel 1996-1997, il Real Madrid nel 1997-1998, e il Milan nel 2002-2003). Nei 9 anni bianconeri ha sempre indossato la maglia numero 4.
Il 13 ottobre 1996, durante la partita Vicenza-Juventus (2-1), Montero recandosi a bordo campo per soccorrere un compagno a terra, colpì duramente il fotografo ufficiale del Vicenza che si trovava nei pressi. Nei giorni seguenti lo stesso giocatore dichiarò di non essersi pentito del gesto. Successivamente il fotografo denunciò il difensore e fu avviata una causa per danni morali e patrimoniali.
Il 9 marzo 2000, durante l'ottavo di finale Celta Vigo-Juventus (4-0) della Coppa UEFA, Montero colpì al volto con una gomitata Valery Karpin. Venne espulso ed uscendo dal campo insultò il pubblico spagnolo. In seguito disse ancora di non essersi mai pentito e mai vergognato di nulla.
Il 3 dicembre 2000, in occasione della partita di campionato Inter-Juventus (2-2) sferrò un pugno al volto di Luigi Di Biagio. Tramite l'applicazione della prova televisiva, il gesto gli costò tre turni di squalifica.
Ha concluso la carriera giocando nel 2005-2006 nella squadra argentina del San Lorenzo e nel 2006-2007 nella squadra uruguayana delPeñarol. Il 17 maggio 2007 ha giocato nell'ultima gara da professionista (Peñarol-Danubio).
Nel corso della carriera italiana ha ricevuto 21 cartellini rossi, dei quali 16 in Serie A. Cifra che lo rende il primatista assoluto in questa particolare graduatoria.
Una volta terminata la carriera, ha dichiarato che, negli anni trascorsi alla Juventus, alla fine delle partite andava spesso con alcuni compagni negli spogliatoi degli avversari per cercare la rissa.

Club 

Competizioni nazionali 

         Scudetto.svg Campionato italiano: 4

Juventus: 1996-19971997-19982001-20022002-2003
Juventus: 2004-2005
Juventus: 1997, 2002, 2003

Competizioni internazionali 

        Supercoppaeuropea2.png Supercoppa UEFA: 1

Juventus: 1996
Juventus: 1996
Juventus: 1999